venerdì 28 aprile 2017

Torta salata green con porro e tarassaco

Sia chiaro, io amo i porri alla follia. Li mangio col risotto, con la pasta, come contorno, li metto nelle torte salate, nelle vellutate e nei tortini. Se potessi probabilmente li metterei anche sulle fette biscottate la mattina!
E mi stupisco sempre quando incontro gente che non sa nemmeno cosa siano, i porri. Poverini, penso, non sapete cosa vi perdete. Eppure il porro non è tanto utilizzato in Italia. Si preferiscono le cipolle e l'aglio, anche lo scalogno è spesso uno sconosciuto nelle tavole italiane (ma questa è un'altra storia).
Cos'ha il porro di così speciale? È dolce, profumato e cipolloso ma non in modo eccessivo. Il soffritto di porro è molto più delicato di quello classico di cipolla.
In questa primavera piovosa voglio dedicargli una torta salata - la prima di una lunga serie - in cui viene abbinato all'amarognolo del tarassaco, un'accoppiata perfetta a mio parere.
Questa ricetta è velocissima, vegetariana e golosa, provare per credere!


mercoledì 26 aprile 2017

Il valore dei prodotti locali: due incontri alla Mostra dei Vini Triveneti di Camalò





L'altra sera abbiamo itinerato a Camalò, una frazione del comune di Povegliano in provincia di Treviso dove è in corso la 41a Mostra dei Vini Triveneti che quest'anno attendiamo con piacere vista la bella esperienza che avevamo avuto nella precedente edizione. Volentieri diamo il nostro contributo a diffondere questo evento, che "in tutti questi anni non ha smarrito nè dimenticato il suo spirito e il motivo stesso della sua esistenza: la celebrazione e la selezione di un patrimonio comune, il vino, da sempre simbolo e vanto delle nostre terre, da sempre prodotto unificatore capace di legare Camalò ai vigneti e alle cantine di tutto il Triveneto", come si legge dalle parole di introduzione del Presidente della  Pro Loco Camalò Giannino Zanatta.

Tortine portoghesi alla crema per lo Starbooks di aprile

Oggi vi riporto nel magico mondo dello Starbooks, un blog che si propone di "analizzare" ogni mese un libro di ricette diverso, permettendoci di conoscere cuochi e ricette da tutto il mondo.
Questo mese ho potuto partecipare alla disamina di un libro molto interessante: Chicken&Egg degli Hairy bikers. Hairy perché hanno la barba e i capelli lunghi, e Bikers perché sono dei veri motociclisti! Ma questi due amici sono anche dei cuochi formidabili e con questo libro ci fanno riscoprire la bontà di due ingredienti basilari e forse spesso sottovalutati: il pollo e le uova.
Se volete scoprire quale ricetta ho scelto e com'è andata cliccate QUI!!!

http://starbooksblog.blogspot.it/2017/04/portuguese-custard-tarts.html



domenica 23 aprile 2017

Risotto alle erbette: green is the new black

In questo periodo non ho per niente voglia di carne, bensì di asparagi, verdurine, erbette e insalata...sarà tutta questa natura rigogliosa che mi fa anelare a qualcosa di verde.
Non fraintendetemi, se mi presentaste delle costicine non direi di certo di no, ma se dovessi scegliere tra un piatto di carne e uno vegetariano ora come ora punterei sul secondo.
Per questo motivo oggi ho fatto scorta di bruscandoli e tarassaco e ho improvvisato un bel risottino.


giovedì 20 aprile 2017

Colomba Eton mess o come pasticciare a caso in cucina

Conoscete Eton? Si tratta di un prestigioso college inglese  che ha sfornato (il termine culinario in questo caso è d'obbligo) e continua a sfornare statisti, scrittori, poeti, politici e avvocati di successo. Immaginatevi questi brillanti giovani in uniforme che studiano per un luminoso avvenire e immaginateli mentre giocano all'annuale partita di cricket contro un college rivale.
Cosa c'entra tutto ciò con questo blog, direte voi: c'entra eccome, perché a questa partita di cricket è tradizione servire da fine '800 un dolce chiamato Eton mess, letteralmente "il casino di Eton".


 

martedì 18 aprile 2017

Torta tre farine alle pere


L'ho chiamata "tre farine" perchè le farine che compongono questo dolce sono tre, e cioè quella di kamut, quella di orzo e quella di riso; l'impasto base può essere adattato alla frutta di stagione o arricchito con una goccia di liquore o una granella di frutta secca, secondo i gusti e la creatività!

domenica 16 aprile 2017

La bontà delle cose semplici: biscottini pasquali per tutti!

Sono ormai settimane che tutti gli italiani si stanno preparando per la seconda festività più importante dell'anno, dopo il Natale. È bellissimo vedere in queste occasioni la ricchezza e la varietà delle nostre cucine regionali, che vantano un numero invidiabile di ricette. Ritengo tuttavia che in quanto a varietà culinaria a Pasqua, il Sud non lo batte nessuno, in particolare la Campania. Sui social sono stata bombardata di foto di casatielli, tortani, pizze chiene, pastiere e chi più ne ha più ne metta. Poi la mia carissima amica siciliana mi ha mandato delle cuddure fatte da lei e io da parte mia ho gustato la tradizionale focaccia veneziana, soffice come una nuvola, i piconi e la pizza col cacio marchigiani (per onorare le mie origini).
Eh sì, la Pasqua porta un grande fermento nelle nostre cucine e ammetto che mi sarebbe piaciuto cimentarmi in un piatto un po' elaborato. Tuttavia il tempo a disposizione è quello che è, e sono riuscita a fare dei semplici biscotti decorati con il cioccolato.
Eppure a volte sono le cose più semplici che ci restano nel cuore. Come questa pasta frolla, che mi ha tenuto compagnia tutti gli anni della mia vita: tra le feste di compleanno a tema Halloween, il Natale e la Pasqua, i nostri biscottini hanno conquistato tutti i nostri amici e conoscenti; a un punto tale che per le festività tutti si aspettano che li facciamo, ormai sono diventati la nostra istituzione.



giovedì 13 aprile 2017

Cibo, amici e un pic nic!


Nella primavera di ormai una decina di anni fa noi Golosi siamo due mocciosi che vanno alle elementari e che litigano per cose stupide tipo "mi hai rubato la penna-non è vero la penna è mia!". Ma nel frattempo siamo anche già ottimi amici. Conosco Vale il quinto e ultimo anno della scuola elementare e spaesato com'ero una piccola dai boccoli biondi sembrava voler far di tutto per essermi amica, e infatti diventiamo quasi subito buoni amichetti. Abbiamo la fortuna di passare un'infanzia in cui nelle giornate libere venivamo accompagnati dai genitori a giocare all'aria aperta con tutti gli apparenti "pericoli" che questo comportasse: erba, sassolini, buche, fiumiciattoli e soprattutto...burroni! Si, perchè se penso a una delle cose più eccitanti che mi piacesse fare da piccolo era proprio il saltare i burroni, specie quando nelle vicinanze c'erano delle altrettanto pericolose ortiche.